Disegno di legge 146
Norme a sostegno della ricerca
e della produzione dei farmaci orfani
e della cura delle malattie rare
XVI legislatura
Onorevole Laura Bianconi

 

Il disegno di legge ripropone numerose disposizioni tratte dal testo approvato unanimemente dalla commissione Sanità nella XIV Legislatura, ripresentato poi nella XV e abbinato ad un ulteriore disegno di legge sottoscritto da quasi tutti i membri della Commissione stessa.

 

Stabilisce la gratuità e l'immediata disponibilità dei farmaci orfani, il loro inserimento nei prontuari terapeutici regionali e l'inclusione nei livelli essenziali di assistenza (LEA) di tutte le prestazioni, anche non farmacologiche, prescritte per il trattamento delle malattie rare.

 

Il ddl istituisce anche un Fondo nazionale per l'utilizzo dei farmaci orfani a cui "le regioni potranno attingere per finanziare l'impiego di tali farmaci sul proprio territorio", e un Comitato nazionale per le malattie rare con il compito di "aggiornare l'elenco delle malattie rare, di selezionare i progetti da finanziare a carico del fondo nazionale e di emanare linee guida per l'elaborazione dei prontuari regionali".

 

Introduce, inoltre, un protocollo personalizzato a favore dei soggetti ai quali sia riconosciuta una situazione di handicap grave. Inoltre, per favorire la ricerca e la produzione di nuovi farmaci, prevede agevolazioni e incentivi alle imprese che vogliano investire in questo settore.  

 

Esaminato in Commissione Sanità congiuntamente ai ddl Ddl 52 Tomassini, 7 Ignazio Marino, 727 Bianchi, 728 Bianchi, 743 Astore. Relatrice Laura Bianconi.

Il 9 luglio 2008 viene scelto come testo base il ddl 52.