Interrogazione 3-01287
"Cure palliative e terapia del dolore" e
risposta del Ministro della Salute Fazio
XVI legislatura
Onorevoli Antonio Palagiano (IdV)

A sette mesi dall'approvazione della legge n. 38 del 2010 sulle cure palliative e la terapia del dolore, affermano Palagiano e Mura, la sua attuazione e la sua concreta applicazione sul territorio non hanno mai avuto un inizio. Una questione che riguarda “centocinquantamila cittadini italiani e con loro tutte le relative famiglie”. L'interrogazione chiede al Ministro della Salute quali iniziative il Governo intenda intraprendere per accelerare l'attuazione della legge e per avviare i controlli sul territorio, sulle regioni e nei singoli ospedali.

 

RISPOSTA. Il Ministro per la Salute Ferruccio Fazio, spiega che a seguito dell'insediamento della Commissione prevista dalla legge sono stati compiuti almeno sette punti.

 

Primo punto: il documento relativo alle linee guida per la promozione, lo sviluppo e il coordinamento degli interventi regionali è stato elaborato, approvato dal Consiglio superiore della sanità e attualmente è al vaglio della Ministero dell'economia e delle finanze.

 

Secondo punto: il progetto «Ospedale-Territorio senza dolore» è stato elaborato, approvato dal Ministero dell'economia e delle finanze e attualmente è al vaglio della Conferenza Stato-regioni la proposta di accordo con cui si ripartiscono i 2 milioni e 450 mila euro per progetti a carattere formativo.

 

Terzo punto: è stato firmato il 7 settembre 2010 un protocollo di intesa per il monitoraggio delle reti di cure palliative e terapia del dolore.

 

Quarto punto: si è provveduto all'istituzione del flusso informativo per il monitoraggio dell'assistenza erogata in hospice in collaborazione con i referenti regionali.

 

Quinto punto: è in fase di predisposizione la proposta di intesa sui requisiti minimi e le modalità organizzative necessarie per l'accreditamento della rete di cure palliative e terapia del dolore.

 

Sesto punto: è stata effettuata la ricollocazione dei farmaci utilizzati nella terapia del dolore nella tabella II sezione D che consente la prescrizione degli stessi con ricettario del servizio sanitario nazionale, allineando l'Italia agli altri Paesi europei.

 

Settimo punto: presso il Ministero dell'istruzione si sta per costituire con il Ministero della salute un tavolo tecnico per la definizione degli ordinamenti didattici di specifici percorsi formativi in materia di cure palliative e terapia del dolore.