Interrogazione 4-17013
Smaltimento di unità navali della Nato
presso l'arsenale militare di Messina
XVI legislatura
Onorevole Americo Porfidia (MISTO)

In base alla notizia che l'arsenale militare di Messina sarebbe “destinato a diventare un «centro di eccellenza della Nato» per la demilitarizzazione e lo smaltimento di unità navali NATO”, si profila il rischio che la zona divenga un luogo di stoccaggio di prodotti e agenti inquinanti, che potrebbero mettere in pericolo la salute dei lavoratori e della popolazione messinese, “con incalcolabili ricadute sull'ambiente”.

 

L’onorevole Porfidia chiede, pertanto, ai Ministri della Difesa, dell’Ambiente e della Salute e dell'Economia “se non sia il caso di rivedere l'intero progetto ed evitare che Messina diventi la «pattumiera» militare più grande d'Europa”, e, inoltre, “qualora si fosse convinti della bontà del progetto”, dove si intenda stoccare il materiale (costituito, probabilmente, anche da ingenti quantitativi di amianto) “senza inficiare l'assetto naturale e sanitario del territorio interessato”.

Il firmatario domanda, infine, “se il Governo intenda far sì che ogni scelta sia comunque condivisa con la comunità locale e le associazioni di cittadini presenti sul territorio”.