parma e accise sulla birraL'aumento dell’accisa sulla birra rischia di colpire un settore in espansione per il territorio di Parma. Lo evidenzia ‘Parlamento Salute per fermare il declino’ che sostiene la campagna ‘Salva la tua birra’, lanciata da AssoBirra.

“Il governo aumenta l’accisa sulla birra: un duro colpo per il territorio di Parma, dove ha sede il microbirrificio italiano più premiato al mondo e dove negli ultimi quattro anni hanno aperto sei aziende produttrici di birra artigianale”.

Denunciando “l’ennesima tassa contro imprese, attività commerciali e lavoratori”, il movimento ricorda che “a Parma sono una decina i birrifici. La maggior parte ha aperto recentemente”.

Negli ultimi 5 anni, – prosegue la nota – 300 imprenditori soprattutto giovani hanno aperto un micro birrificio. Ma in 10 anni l’accise è già salita del 70% e salirà ancora”. Parlamento Salute per Fermare il declino boccia l’ennesimo balzello sul mondo produttivo, e si prepara a organizzare un’iniziativa pubblica per sostenere i produttori di birra artigianale del territorio nella loro battaglia.

"Già oggi la tassazione sulla produzione industriale di questo settore è altissima, ciononostante, ci sono imprenditori, che puntando sulla qualità, con coraggio e passione, hanno ottenuto riconoscimenti internazionali e producono valore per l’economia locale."

Già oggi un sorso su tre se lo beve il fisco, con i nuovi aumenti allo Stato andrà un sorso ogni due.

L’aumento dell’accise è stato deciso dal Governo Letta per coprire il decreto legge sulla scuola, approvato in questi giorni al senato. Oggi su 1 euro di birra, 37 centesimi vanno allo Stato.

Nel nostro Paese le accise sono tre volte più alte di Spagna e Germania, ma sono destinate ad aumentare ancora. Per recuperare parte delle risorse a copertura del decreto scuola, Pd e Pdl hanno scelto di applicare, dal 10 Settembre, un primo rincaro sulla birra da 2,33 a 2,66 euro per ettolitro, per passare poi a 2,70 euro da inizio 2017. Tenendo conto dell’Iva, che a sua volta grava sull’accisa, il rialzo totale è del 33%.
In Italia ci sono 150.000 persone che lavorano nel settore e nell’indotto. A Parma sono una decina i birrifici.
La maggior parte ha aperto recentemente.
Negli ultimi 5 anni 300 imprenditori soprattutto giovani hanno aperto un microbirrificio.
Negli ultimi 10 anni l’accisa è già salita del 70% e salirà ancora.
Parlamento Salute per fermare il declino boccia l’ennesimo balzello sul mondo produttivo e si prepara a organizzare un’iniziativa pubblica a Parma per  sostenere i produttori di birra artigianale del territorio nella loro battaglia“.