Regione Emilia Romagna
Interventi straordinari in
materia sanitaria, socio-sanitaria
e sociale in favore dei terremotati

La Giunta regionale dell’Emilia Romagna, con la delibera 747 del 6 giugno 2012, ha approvato una serie di interventi straordinari in materia sanitaria, socio-sanitaria e sociale nei confronti dei cittadini residenti nei comuni colpiti dai recenti episodi sismici, e, inoltre, ha disposto che queste misure saranno finanziate con uno stanziamento di 9 milioni di euro, che trova copertura nelle risorse destinate al finanziamento del Servizio sanitario regionale.

 

In particolare, la Giunta ha disposto l’esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria (ticket) per le prestazioni sanitarie, erogate dalle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate, e per l’assistenza farmaceutica (farmaci di fascia A e C, compresi nei Prontuari Aziendali in distribuzione diretta, con modalità definite dalle singole Aziende USL), in favore dei:

  • soggetti residenti nei comuni dell’Emilia Romagna coinvolti dagli episodi sismici;
  • soggetti residenti nei comuni di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara, che abbiano svolto le procedure relative alla dichiarazione di inagibilità della casa di abitazione, dello studio professionale o dell’azienda;
  • lavoratori (e i familiari fiscalmente a loro carico) residenti in comuni emiliano-romagnoli diversi da quelli colpiti dal terremoto, che operano nelle unità locali danneggiate dal sisma e inseriti negli elenchi delle domande di sostegno al reddito, presentate ai tavoli tecnici provinciali coordinati dalla Regione.